Museo per la Storia dell’Università


informazioni


Il Museo consta di due sezioni principali, Medicina e Fisica, ma conserva anche manoscritti, documenti di interesse giuridico e letterario e cimeli che documentano tutta la storia dell’Università.

La Sezione di Medicina si articola in tre sale, intitolate rispettivamente all’anatomista Antonio Scarpa, al patologo chirurgo Luigi Porta e all’istologo e patologo Camillo Golgi. Nella sala Scarpa si raccolgono alcuni importanti preparati dell’antica collezione di anatomia dell’Università, che, iniziata nel 1772 da Giacomo Rezia, divenne celebre proprio con Scarpa e fu accresciuta dai suoi successori, tra i quali Bartolomeo Panizza. L’attività di studio condotta a Pavia nel campo delle scienze matematiche, naturali e chimiche, è testimoniata da reperti relativi a scienziati quali Vincenzo Brunacci, Lazzaro Spallanzani e Luigi Valentino Brugnatelli. Nella sala Porta gran parte dei preparati anatomici riguarda il sistema circolatorio: mirabili per efficacia dimostrativa sono soprattutto le preparazioni ottenute associando tecniche di iniezione e di dissezione. Accanto a questo materiale sono conservati protocolli autografi e cartelle cliniche.

La sala Golgi accoglie preparati microscopici, documenti e strumenti dello scienziato, premio Nobel per la medicina nel 1906. Nella stessa sala sono conservati anche reperti di altri medici e scienziati illustri.

La Sezione di Fisica comprende due sale: il Gabinetto di Fisica di Alessandro Volta e il Gabinetto di Fisica dell’Ottocento.

Nella prima sala, recentemente allestita, sono conservate le invenzioni di Volta e gli strumenti da lui utilizzati per ricerca e didattica, esposti negli armadi e sui tavoli originali. Circa un terzo degli strumenti riguarda l’elettricità, i rimanenti rappresentano tutte le branche della Fisica dell’epoca.

Nella seconda sala, da poco restaurata, sono esposti gli strumenti inventati o utilizzati dai successori alla cattedra di Fisica nel corso dell’Ottocento. Il settore più rappresentato è l’elettromagnetismo, con il suo complesso sviluppo e le ricadute tecnologiche, seguito da meccanica, pesi e misure, geodesia, ottica, pneumatica e termologia.


Indirizzo:

Sistema Museale di Ateneo - Museo per la Storia dell'Università
Palazzo Universitario
Strada Nuova 65, 27100 Pavia
Tel. 0382.984707

E-mail:mariacarla.garbarino@unipv.it - Sito internet


Informazioni e servizi

Ingresso gratuito.
Possibilità di svolgere visite guidate tramite prenotazione al costo di 3 euro a persona con diversi percorsi itineranti del Museo, tra cui:
- Alessandro Volta e l'invenzione della pila
- La storia dell'Università di Pavia attraverso i personaggi più celebri
- La medicina all'Università di Pavia: da Antonio Scarpa a Camillo Golgi
- Le 'storie nascoste' del museo

Orari:

Lunedi: 14.00-17.00
Mercoledi-Venerdi: 9.00-12.00
Per visite in altri giorni e orari contattate il nostro personale

Orari di apertura dell'archivio:

Lunedi: 9.00-12.00 | 14.30-16.30
Mercoledi: 9.00-12.00 | 14.30-16.30
Venerdi: 9.00-11.00

Prenotazioni e visite guidate:

Tel. 0382 984709, per un massimo di 20-25 persone

Autobus:

1, 3 e 6

Biblioteca e fototeca, aula didattica, postazioni multimediali
Accesso ai disabili
Museo scientifico