Museo della Tecnica Elettrica


informazioni


Immagine 1Il Museo della Tecnica Elettrica è stato istituito nel marzo 2000, quando un Accordo di Programma è stato sottoscritto tra Università di Pavia, Regione Lombardia, Comune di Pavia e Provincia di Pavia. Con tale iniziativa i quattro Enti hanno inteso rendere un omaggio permanente ad Alessandro Volta (1745-1827), inventore della pila elettrica.

Il Museo è annesso al Centro Interdipartimentale di Ricerca per la Storia della Tecnica Elettrica operante presso l’Università di Pavia; esso è anche uno dei musei del Sistema museale di Ateneo, recentemente costituito.
Il Museo della Tecnica Elettrica, che descrive i vari percorsi delle applicazioni dell’elettricità fino ai nostri giorni, è ospitato in una nuova struttura localizzata nel campus universitario di Via Ferrata e occupa una superficie totale di circa 5.000 metri quadrati.

Immagine 2Attualmente il patrimonio del Museo consiste essenzialmente nella collezione universitaria, raccolta in oltre un decennio presso il Dipartimento di Ingegneria Elettrica, e in due grandi collezioni concesse in comodato: la collezione ENEL, già nel Museo ENEL dell’Energia Elettrica di Roma, composta da circa 400 reperti (tra cui macchine elettriche rotanti e turbine idrauliche, strumenti di misura e contatori, apparecchi di manovra), e la collezione SIRTI (Società Italiana Reti Telefoniche Interurbane), già nel Museo SIRTI delle Telecomunicazioni di Milano, consistente in circa 3.000 pezzi, in particolare del settore della telegrafia e della telefonia, come apparecchi telegrafici e telefonici, radiotelefoni, telescriventi.

Immagine 3Il patrimonio è in continua espansione per le donazioni e i prestiti che continuano a pervenire.

Al Museo è annessa la Biblioteca storica, costituita con il fondo ceduto nel 1988 dall’Associazione Elettrotecnica Italiana, sede di Milano.



Indirizzo:

Via Ferrata - Pavia
Tel. 0382.984104 - Fax 0382.422276

E-mail:savini@unipv.it - Sito internet